Mototerapia al Santobono Pausilipon di Napoli

Print Friendly, PDF & Email

La Mototerapia è arrivata per la prima volta al sud Italia al presidio Ospedaliero Santobono Pausilipon di Napoli. I piccoli pazienti hanno assistito e sono stati poi protagonisti nei reparti allo spettacolo di moto e acrobazie del Team DaBoot di Vanni Oddera, campione mondiale di freestyle motocross, con i motociclisti professionisti Alvaro Dal Farra, Massimo Bianco Bianconcini, Andrea Bof e Davide Zilio. I motociclisti dopo un primo spettacolo di freestyle di acrobazie all’esterno del presidio con le moto a scoppio sono poi entrati nei reparti dell’ ospedale con le moto elettriche prendendo in sella i piccoli pazienti del Pausilipon, che sono stati anche primi attori di uno show che ha regalato loro grande emozione e soprattutto ha lasciato stampato sul loro volto un bellissimo sorriso.

“Non era mai accaduto prima d’ora che il “freestyle Hospital” approdasse al Sud – ha detto il campione Vanni Oddera – e questa cosa ci rende molto felici… Il nostro è un modo per rendere il mondo un posto migliore: non curiamo la malattia di questi piccoli ma proviamo a migliorare la qualità della loro vita, andando a 60 all’ora in un ospedale…un luogo che cerchiamo per qualche ora di far dimenticare”

Ad organizzare l’evento le associazioni OPEN onlus, Amdos, Daboot e Fondazione Allianz Umana Mente, presenti il Direttore Generale Anna Maria Minicucci, il Direttore del Dipartimento di Oncoematologia Mimmo Ripaldi, il Direttore Struttura Complessa Ematologia Giuseppe Menna ed il Direttore Unità Operativa Complessa Oncologia Massimo Eraldo Abate.

«Questa giornata ci ha consentito di avere un momento di incontro e condivisione non solo con i nostri piccoli pazienti e le loro famiglie ma anche tra gli operatori – ha detto il Direttore Generale del Pausilipon Anna Maria Minicucci – ed auspico che ce ne siano ancora molte altre perché ha arricchito un po’ tutti noi. Ringrazio ancora le associazioni ed i professionisti che hanno voluto donarci questo splendido spettacolo dedicandolo ai nostri bambini».

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *