Ryanair lancia 3 nuove rotte italiane verso la Grecia per l’estate 2020

Print Friendly, PDF & Email

Ryanair ha annunciato 3 nuove rotte italiane per la Grecia, con una nuova rotta da Milano Bergamo a Santorini a partire da maggio 2020, operata con un servizio settimanale, e 2 nuove rotte da Napoli a Corfù e Mykonos a partire da luglio 2020, rispettivamente con frequenza bisettimanale e settimanale.
Queste nuove rotte fanno parte della programmazione estiva italiana di Ryanair, con oltre 500 rotte in totale, che raggiungerà 43,2 milioni di clienti p.a. e supporta oltre 32.400 posti di lavoro nei 29 aeroporti italiani di Ryanair.
I passeggeri in partenza dall’Italia possono ora prenotare le loro vacanze estive in Grecia fino ad ottobre 2020, viaggiando con le tariffe più basse e con la compagnia aerea più pulita ed ecosostenibile in Europa, date le emissioni di CO2 più basse di tutte.
Per festeggiare, Ryanair ha lanciato un’offerta speciale a partire da soli 14.99 euro, per viaggiare da oggi alla fine di marzo, valida per prenotazioni entro mercoledì 29 gennaio solo sul sito di Ryanair.
Chiara Ravara di Ryanair ha dichiarato: “Ryanair è lieta di annunciare 3 nuove rotte da Milano Bergamo a Santorini e da Napoli a Corfù e Mykonos, come parte della nostra programmazione per l’estate 2020. La programmazione per l’estate 2020 di Ryanair con oltre 500 rotte prevede 43,2 milioni di clienti p.a. e supporta oltre 32.400 posti di lavoro nei nostri 29 aeroporti italiani. I clienti italiani ed i visitatori possono ora prenotare offerte speciali lowcost con la compagnia aerea più ecosostenibile e pulita, fino alla fine di ottobre 2020. Per festeggiare, abbiamo lanciato un’offerta speciale sul nostro network europeo a partire da soli 14,99 euro, per viaggiare a partire da oggi fino alla fine di marzo, valida per prenotazioni entro mercoledi 29 gennaio. Dal momento che queste incredibili tariffe termineranno rapidamente, invitiamo i clienti a collegarsi al sito www.ryanair.com per non perdere l’occasione”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *