Street art al Poma di Mantova: ponte fra ospedale e città

Print Friendly, PDF & Email

Raccontare Mantova per gettare un ponte tra l’ospedale e la città. La street art torna protagonista al Carlo Poma, grazie all’impegno dell’artista Davide Tolasi con la preziosa collaborazione del Liceo Artistico Giulio Romano, che da anni opera a fianco di ASST per portare il bello in ospedale. Si tratta della realizzazione di un’opera che rappresenta i monumenti della città virgiliana riprodotti su una terza porzione del muro che costeggia il parcheggio dell’ospedale di Mantova, fronte Strada Lago Paiolo. Siamo nell’ambito del progetto Wallart, iniziativa nata con l’obiettivo di abbattere le barriere tra la popolazione e i luoghi di cura e portare sollievo ai pazienti. “Ringrazio l’artista Davide Tolasi e i ragazzi del liceo per questa splendida opera – ha dichiarato Consuelo Basili, direttore medico del presidio di Mantova – che ci aiutano a fare dell’ospedale non solo un luogo di cura, ma un luogo dove si apprezza il bello”. Davide Tolasi – di Studio 27 LAB – lavorerà con gli studenti della classe V D indirizzo Arti Figurative coordinata dai professori Lucio Gradie Vincenzo Denti. Un lavoro che rielabora il tessuto urbano, raccontando Mantova attraverso lo sguardo di chi la vive tutti i giorni. Tolasi ha tenuto un workshop con gli studenti del liceo per realizzare la fase progettuale nel mese di settembre. “I ragazzi – ha commentato l’artista – hanno fotografato scorci della città con i loro occhi reali e digitali per poi riprodurli sul muro. Sono gli studenti i veri protagonisti di questa esperienza. Lavorare con loro mi ha emozionato e che credo che avranno un futuro in campo artistico, ne sentiremo parlare”. Il progetto Wallart ha il patrocinio del Comunee della Provincia di Mantova e il contributo di Servizitalia, Ducops, Tea, Dussmann Service e Garrò Nereo. Tutto è partito nel 2012 con un concorso di idee che ha decretato vincitori gli street artists Orticanoodles. L’intervento sul primo tratto del muro raffigura quattro Nobel della Medicina. Anche in quel caso gli studenti del liceo artistico Giulio Romano avevano partecipato a laboratori propedeutici e si erano messi all’opera a fianco degli artisti, coadiuvati da Vincenzo Denti. Entusiasta anche Vincenzo Denti, alla guida degli studenti del Liceo: “Apprezzo il fatto che i miei ragazzi possano lasciare il segno, possano incidere attraverso la loro attività e che siano loro a raccontare Mantova, la città dove si sono formati e dalla quale partiranno per proseguire gli studi in giro per l’Italia”. Stessa formula nel 2013, quando l’artista Christian Sonda ha rappresentato, sempre insieme agli studenti, personaggi e scorci di Mantova in stile pop art, raffigurando il rinnovamento culturale e la preservazione dei patrimoni architettonici e naturalistici, i primi colpiti dal terremoto, i secondi dall’inquinamento. Davide Tolasi, residente a Ticengo (Cremona) è docente del corso di tecniche pittoriche murali all’Accademia di Belle Arti LABA di Brescia, dove si è formato. Nel 2013 è entrato a far parte del collettivo artistico Orticanoodles, realizzando opere monumentali sul territorio nazionale ed europeo. Da quel momento la sua ricerca artistica personale e quella col collettivo hanno proceduto parallelamente, esplorando il mondo della street art con un importante accento sui problemi di relazione con il pubblico. Dal 2015 in poi l’analisi di questi rapporti lo ha spinto a sperimentare metodologie artistiche che vedono protagonista attivo il pubblico stesso, creando opere di street-art con gli abitanti dei quartieri che ospitano alcuni interventi.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *