The Residence by Cenizaro annuncia l’apertura di un secondo hotel in Tunisia

Print Friendly, PDF & Email

Sulle orme della prima proprietà in Tunisia The Residence Tunis, aperto nel 1996 e una delle mete predilette dalle famiglie che visitano la destinazione, The Residence Douz aprirà nella seconda metà del 2020 e costituirà il primo “Desert Resort” per il brand. Circondato da sabbie dorate, funge da porta d’accesso per il Sahara dove il riecheggiante silenzio del deserto è un vero elisir per l’anima.
Un nuovo concetto di sistemazione nel Sud della Tunisia, dove gli ospiti di The Residence Douz, appena varcata la soglia, saranno accolti da brillanti lanterne che illuminano le porte del sontuoso Palazzo. Le 50 ville, che si ispirano alle atmosfere del deserto, sono distribuite su 4 ettari di dune di sabbia ondulate e palme. Il design di ciascuna villa trae ispirazione dallo stile e design locali, che impiega mattoni a motivi geometrici e tappeti intrecciati a mano Tozeur, una terrazza esterna con piscina privata e letto a baldacchino dove refrigerarsi dal caldo sole del deserto.
La Tunisia è una fusione di influenze e cucine provenienti da tutto il mondo che si riflettono nell’offerta gastronomica dell’hotel. Dal ristorante di ispirazione Mediterranea, al tradizionale tunisino e quello di vocazione internazionale, offrono gustose proposte sia per gli ospiti che per gli avventori locali.
La Thalasso Spa, storicamente già apprezzata nella proprietà gemella di The Residence Tunis, a The Residence Douz non sarà da meno. Un tempio dedicato al  benessere, impreziosito da opere d’arte e arredi locali, dotato di un grande Hammam oltre a 8 sale per trattamenti viso e corpo e altrettante 8 sale dedicate allo scrub, una lounge e bagno turco.
Ideato per le famiglie, il nuovo Kids Club comprende una torretta di osservazione, ideale per avvistare la fauna selvatica come gazzelle e volpi del deserto, una piscina per bambini e numerose sale giochi.
All’esterno del resort, gli ospiti potranno sperimentare l’ebbrezza di salire a dorso di un cammello e avventurarsi sulla vasta distesa di dune sabbiose dorate, fare escursioni in luoghi resi famosi da Star Wars poi ancora l’immenso lago salato di Chott El-Jerid e il Jbil Nature Park.
Grazie alla costante ripresa del turismo in Tunisia, registrata nel corso dell’ultimo anno, il Paese sta guadagnando slancio dalla precedente crisi, Invest in Tunisia ha confermato che la nazione conta di chiudere il 2019 con una crescita economica pari al 3.5%, un considerevole aumento rispetto al 2.9% del 2018. L’atteggiamento di fiducia che ha portato i turisti a visitare il Paese si è tradotta in 8,3 milioni di arrivi nel 2018. L’anno precedente il numero si era fermato a 7 milioni, registrando così per il 2018 un incremento pari al 17.7%. Secondo una relazione pubblicata dal Ministero del Turismo, le previsioni del 2019 sono ancora più ottimistiche. Il settore turistico rappresenta già oltre l’8% del Pil tunisino, tuttavia il paese prevede di raggiungere il record di 9 milioni di visitatori al termine di quest’anno. I ricavi complessivi per l’industria del turismo hanno superato la cifra di 3,9 miliardi di dollari nel 2018, un aumento del 42.1% rispetto al 2017. 26,1 milioni, poi, i pernottamenti che hanno segnato una crescita del 22.8% rispetto all’anno precedente.
Con un numero crescente di repeaters in Tunisia, The Residence by Cenizaro vuole continuare a investire in questa destinazione fiorente e storica proponendo strutture ideate per soddisfare gusti e aspettative di tutti i target. Oltre a The Residence Douz, il gruppo aprirà un hotel nella Medina di Tunisi, così come nell’isola di Djerba al largo della costa orientale della Tunisia.
Con un’offerta che spazia tra deserto, città e spiaggia, molte saranno le tipologie di ospiti ad essere soddisfatte. Anche lo storico The Residence Tunis, sarà coinvolto anche da un ampliamento su un terreno adiacente all’hotel. Quella nella Medina di Tunisi sarà la prima proprietà in città nel portfolio di Residence by Cenizaro, situata nel cuore di questa località patrimonio Unesco, nelle vivaci vie del mercato. A seguire, Djerba Island, dedicata agli ospiti alla ricerca di un’offerta più lontana dalla città e orientata alle coste del Mar Mediterraneo.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *