Terme di Cervia: al via il progetto “Respira, sei alle Terme”

Print Friendly, PDF & Email

Manca poco alla partenza della stagione termale 2021 a Cervia, prevista per lunedì 3 maggio. Tante le novità che aspettano i clienti delle Terme, e che si aggiungono a trattamenti come la balneoterapia, la fangoterapia, le cure inalatorie e i massaggi. 

Focus principale di quest’anno sarà il progetto Respira, sei alle Terme, nato per dare un’adeguata risposta alle problematiche causate dal Covid-19: l’iniziativa è rivolta non solo a chi ne è stato affetto ma anche a tutti coloro che sono stati costretti all’inattività fisica dal lockdown. Oltre alle cure inalatorie che, grazie alle caratteristiche dell’Acqua Madre termale, agiscono con efficacia dimostrata sulle problematiche respiratorie e sul sistema immunitario, le Terme di Cervia propongono diverse attività. Come gli esercizi di ginnastica respiratoria all’aperto, circondati dall’aria balsamica della pineta. Un modo semplice e adatto a tutte le età per imparare, insieme a un istruttore qualificato, a respirare correttamente e migliorare la capacità polmonare, riducendo lo stress e dando benefici a corpo e mente. Una buona respirazione permette ad esempio di: migliorare l’efficienza dei principali organi interni, contrastare lo stress, gestire le emozioni, avere una maggiore produttività, avere una maggiore lucidità, ritardare l’insorgenza della fatica durante lo sport.

L’iniziativa prevede poi percorsi mindfulness associati alla balneoterapia: una modalità inedita che abbina la meditazione guidata al galleggiamento in acqua. La mindfulness è una tecnica di meditazione che mira al raggiungimento della consapevolezza di sé nel momento presente, e i suoi benefici per la mente e il corpo sono attestati da numerosi studi scientifici. L’immersione in acqua termale, durante la pratica guidata da uno psicologo, aumenta lo stato di benessere e relax, grazie alla piacevole sensazione di galleggiamento e all’azione antinfiammatoria, di stimolazione del sistema immunitario e riduzione della pressione arteriosa effettuata dall’Acqua Madre.

C’è inoltre, altra novità di quest’anno, la possibilità di prenotare dei consulti per il benessere della mente: un supporto per affrontare e gestire disagi come ansia e attacchi di panico, con l’aiuto di uno psicologo esperto. Oltre ai consulti singoli, è possibile costruire dei percorsi continuativi, con l’applicazione di tecniche studiate per risolvere eventuali criticità.

Le nuove attività del progetto Respira, Sei alle Terme possono anche essere inserite in un percorso personalizzato, da definire insieme all’équipe medica della struttura, a seguito di una visita preliminare. 

E, per respirare il benessere anche attraverso la scoperta del territorio, i percorsi termali sono integrabili con attività come escursioni e visite guidate, con la possibilità di soluzioni di soggiorno in strutture convenzionate, e di usufruire di proposte speciali con il progetto Destinazione Sale.

Nel corso della stagione sono previsti inoltre diversi appuntamenti dedicati ad approfondimenti su diverse tematiche insieme a specialisti, e momenti dedicati alla bellezza e al benessere, nel nuovo spazio Beauty Lounge. 

«I benefici dei trattamenti termali sono sempre più evidenti e dimostrati, sia in termini di prevenzione che di cura e riabilitazione. Ma a questi è importante affiancare un corretto stile di vita che includa alimentazione corretta, sport, sane abitudini e relax. Oggi soddisfare questa esigenza significa anche dare un’adeguata risposta alle molteplici problematiche legate alle conseguenze della pandemia» commenta Alessandro Zanasi, pneumologo, già responsabile dell’Endoscopia bronchiale e del Centro antifumo e patologie ambiente correlate della Fisiopatologia respiratoria del Policlinico S. Orsola di Bologna, Direttore Sanitario delle Terme di Cervia. «Le nuove proposte delle Terme di Cervia vanno in questa direzione, integrando i trattamenti come la balneoterapia e la fangoterapia con nuove iniziative: un approccio che si focalizza sulla persona e sulla valutazione globale dei suoi bisogni».

Share Button