Print Friendly, PDF & Email

Crystal Hemp continua il proprio lavoro sui prodotti topici contenenti CBD e sviluppati direttamente per l’utilizzo in dermatologia.

Dopo la commercializzazione dei 3 prodotti dedicati al trattamento dei sintomi della dermatite atopica, è arrivato il lancio della nuova linea al CBD per il trattamento delle pelli grasse con tendenza seborroica.

Anche in questo caso il protocollo di intervento prevede l’utilizzo di 3 prodotti, Dermohemp ACN Cleansing Gel, Dermohemp ACN Exfosolution e Dermohemp ACN Pure Cream per regolare il contenuto sebaceo cutaneo, aiutare a ridurre lo stato infiammatorio e la presenza di C. acnes per bilanciare il microbioma cutaneo.

“L’innovazione della nuova linea cosmetologica è dovuta alla combinazione del CBD, che è il punto di forza del brand, associato al resveratrolo e all’azeloglicina che regolano la produzione di sebo abbinate all’acido lattobionico con azione esfoliante. L’impiego del protocollo che è stato testato mediante studi scientifici controllati con placebo” – spiega il professor Antonio Mazzucco, Chief Scientific Officer di Crystal Hemp – “evidenzia un aumento di più del doppio dell’attività lenitiva/anti rossore e lavora benissimo sugli effetti principali delle pelli seborroiche, come l’infiammazione, che è il punto di partenza dei problemi dovuti all’acne nei confronti di un placebo”.

Il sistema endocannabinoide, di fondamentale importanza per il mantenimento dell’omeostasi e della funzione di barriera cutanea, è una rete complessa, comprendente delle sostanze, gli endocannabinoidi anandamide e 2-arachidonoilglicerolo, i recettori specifici CB1e CB2nei cheratinociti, nelle ghiandole sudoripare e nei follicoli piliferi, gli enzimi metabolici sintetici e degradativi, con funzioni sia fisiologiche che patogenetiche cutanee.

“Siamo orgogliosi del lancio di questa nuova linea di prodotti creata da Crystal Hemp che nei prossimi giorni sarà sugli scaffali delle farmacie di tutta Italia. Stiamo lavorando duramente per fornire al cliente/paziente soluzioni innovative ed efficaci basate sulle straordinarie potenzialità del CBD in differenti ambiti medici, a partire da quello dermatologico”, sottolinea infatti Pietro Paolo Crocetta, Presidente di Crystal Hemp.

Grazie all’aggiunta di cannabidiolo, Dermohempcontribuisce a compensare le disfunzioni dell’ECS, con il ripristino delle connessioni tra le membrane presinaptiche e postsinaptiche e l’inibizione degli enzimi che decompongono i cannabinoidi endogeni. Il CBD infatti, dopo l’applicazione topica, raggiunge facilmente le ghiandole sebacee, dove si concentra, normalizzandone la produzione:questo grazie alle sue forme cosmetiche.

L’esclusiva combinazione con acido lattobionico, resveratrolo e azeloglicina, aiuta a regolare la produzione della ghiandola sebacea e contrasta il rossore favorendo il ricambio cellulare. Infine l’estratto di propoli, come principio attivo complementare, riduce la proliferazione di C. acnes.

Share Button