Opere artistiche degli studenti del “Nervi” nei pronto soccorsi di Augusta e Lentini

Print Friendly, PDF & Email

I quindici studenti del Liceo Artistico P.L. Nervi di Lentini (Siracusa) impegnati a realizzare opere d’arte da collocare nei Pronto soccorso degli ospedali di Lentini e di Augusta, hanno completato la loro esecuzione e domani, venerdì 21 giugno, procederanno alla consegna con due cerimonie che si svolgeranno rispettivamente, al Pronto soccorso dell’ospedale Muscatello di Augusta e al Pronto soccorso dell’ospedale di Lentini.

La scopertura delle opere d’arte, collocate nelle sale di attesa dei pronto soccorso dei due ospedali, avverrà, nelle due distinte cerimonie, alla presenza del direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra e della dirigente del Liceo Artistico P.L. Nervi di Lentini Giuseppina Sanzaro assieme ai sindaci dei rispettivi comuni dei comprensori, ad Augusta i sindaci di Augusta e Melilli, a Lentini i sindaci di Lentini, Carlentini e Francofonte.

Il progetto è frutto di due protocolli di intesa sottoscritti tra il direttore generale Salvatore Lucio Ficarra e i dirigenti scolastici degli Istituti P.L. Nervi di Lentini e Gagini di Siracusa rispettivamente Giuseppina Sanzaro e Giovanna Strano, per la realizzazione di opere artistiche da collocare nei Pronto soccorso degli ospedali della provincia di Siracusa al fine di valorizzare le strutture, nell’ambito degli interventi realizzati nei pronto soccorso per migliorare anche l’accoglienza e l’umanizzazione dei servizi e degli ambienti.

Le opere d’arte realizzate dagli studenti hanno l’obiettivo di rendere maggiormente accoglienti e ancor più decorose le sale di attesa, abbellendone le pareti, la scelta dei cui soggetti è stata fatta attraverso uno studio mirato da parte degli studenti e dei docenti tutor per contribuire al benessere psicologico dei pazienti che sostano nelle aree di emergenza.

Prossimamente anche gli studenti dell’IISS Gagini consegneranno le loro opere per gli altri presidi ospedalieri.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *