A Livigno a piedi nudi nella natura

Print Friendly, PDF & Email

Livigno da sempre incanta per la sua vastità: basti pensare che le case di questa cittadina alpina, la più alta d’Europa, situate a 1800 metri di altitudine, si snodano su circa 20 chilometri di lunghezza. Lo spazio è immenso qui, in questa località ribattezzata come “il piccolo Tibet” e dopo mesi difficili trascorsi tra le pareti di casa il desiderio di aria aperta e “vastità” si fa sempre più intenso.
E in questo angolo di Italia, a due passi dalla Svizzera, la posizione “isolata” diventa un vantaggio e un privilegio: niente folle ma open air senza confini, tra la natura alpina. La famiglia Giacomelli, originaria di Livigno e pioniera sia dell’ospitalità sia dei primordi dell’apertura dei negozi Duty Free, è un esempio delle salde radici che mantengono attiva anche “la terza generazione” nella gestione delle attività di famiglia sul territorio. I giovanissimi figli hanno incominciato ad occupare diverse posizioni, creando un forte legame tra gli ospiti e il brand “Lungolivigno”. Gaia e Nicola Giacomelli accompagnano gli ospiti a scoprire i dintorni, sia a piedi, sia in bicicletta; Daniel Giacomelli è il direttore del Montivas Lodge; Rebecca Giacomelli dirige l’Hotel Lac Salin SPA & Mountain Resort; Filippo Giacomelli lavora nell’e-commerce; mentre Michela Giacomelli affianca Matteo nel settore amministrativo. La giovane Martina Giacomelli frequenta ancora una scuola di alta formazione legata alla moda per entrare nel mondo Lungolivigno Fashion.
In questo contesto famigliare, la “comfort zone” è percepita anche dagli ospiti, che, ora più che mai, cercano un ambito tranquillo e sicuro dove rilassarsi.   
E quale migliore cornice per un “Forest Bathing” che invita ad immergersi nella natura completamente, con tutti i 5 sensi. Si percepiscono i suoni del vento e il cinguettio degli uccelli, il profumo della resina dei pini, i delicati passi degli scoiattoli. Il “bagno nella foresta” si può sperimentare ai piedi dei larici della Val Federia o di Teola. Elisir di lunga vita che va a braccetto con il “Bare Footing”: si può camminare a piedi nudi nell’acqua fredda del torrente Spoel, sentire la durezza dei sassi e la morbidezza del muschio e del fango. Il brivido di freddo facilita l’abbassamento di stress e pressione, mentre aumenta la consapevolezza. “Déjeuner sur l’herbe” è l’intrigante proposta degli hotel del gruppo Lungolivigno, per intingersi letteralmente nelle location panoramiche come il lago di Livigno. Una larga coperta da pic-nic e una borsa piena di piatti già pronti. Per andare incontro al desiderio di sicurezza, una app permette di ordinare il pranzo preparato nelle cucine dell’Hotel Concordia di Livigno e il Grand Hotel della Posta, di Sondrio, dove il nuovo chef, Andrea Fugnanesi, prepara piatti delivery e gourmand, come la crocchetta di panzanella o tartare con marmellata di limone e cappero. In Italia, la quarantena forzata ha messo in difficoltà tanti piccoli negozi e tante piccole impresa: una buona pratica per questa estate è quella di fare la spesa direttamente dai produttori, con il vantaggio di acquistare formaggi, bresaola, latte a km0, come quelli della Latteria di Livigno e delle malghe di Val Federia e Val delle Mine, gli stessi prodotti utilizzati dall’Hotel Concordia, che si affaccia sulla strada pedonale principale e dal Montivas Lodge, più defilato dal centro e focalizzato sulle proposte sportive, come le escursioni con le pratiche e-bike, che consentono a chi non ha forza e resistenza di affrontare salite e lunghezze altrimenti impossibili. A chi invece è abituato a pedalare, regala la gioia della velocità, anche in salita. La e-bike è l’oggetto più desiderato dell’estate 2020, non sempre facile da noleggiare. A chi prenota un soggiorno almeno di quattro notti, il Montivas Lodge di Livigno, progettato a misura di biker, offre l’uso gratuito di una e-mtb per ogni prenotazione. Tra le altre proposte del gruppo Lungolivigno Hotel: una cena in baita all’Agriturismo Federia da raggiungere con una piacevole passeggiata al tramonto oppure un’escursione con Lisa Dei Cas, laurea in Scienze e Tecnologie Erboristiche, alla scoperta delle erbe alpine di Livigno per scoprine i segreti. E tra le attività più adrenaliniche, per scaricare lo stress accumulato durante la lunga e faticosa primavera 2020 si può provare il downhill e il freeride: uno dei primi bike park in Italia è il “Bike-Park Mottolino”. Danny MacAskill, Hans Ray, Brian Lopes e Karl Platt, sono alcuni nomi noti nel mondo delle bici con le ruote grasse che non hanno saputo resistere all’attrazione di Livigno. Con 600 metri di dislivello e 14 piste lunghe fino a 4,5 km, il bike park offre percorsi per tutti.
Per gli avventurosi biker ci sono 3.200 km di percorsi mappati con sistema GPS per Tours&Track, dove avventurarsi anche accompagnati da esperte guide Lungolivigno MTB, istruttori professionisti per il freeride, il downhill e il cross country. Chi preferisce le pedalate meno adrenaliniche, può rimanere in paese e pedalare lungo la tranquilla pista ciclabile dotata di bike service.
Dopo l’adrenalina, ci si rilassa alla SPA dell’hotel Concordia: nell’idromassaggio ci si rilassa in un ambiente raffinato e arredato con cura. La nuovissima piscina esterna è un inno al benessere: ci si immerge in un’atmosfera alpina. Per gli amanti dello shopping l’hotel Concordia si trova sulla strada pedonale, circondata da tantissimi negozi, tra cui quelli del gruppo Lungolivigno. Tra le nuove stelle della cittadina duty free c’è il nuovissimo LLF Man con brand di lusso, marchi contemporary, elevated streetwear e new-classic.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *